Nuovi standards per la TURP

Il lavoro di Mebust pubblicato nel 1989 sul Journal of Urology ha rappresentato sino ad oggi il riferimento per la comunità scientifica urologica per quanto concerne la TURP. Si trattava di una revisione retrospettiva di una casistica di 3885 pazienti sottoposti a resezione endoscopica transuretrale di prostata comprensiva delle caratteristiche cliniche dei pazienti, dell’intervento, degli…

Read more

La resezione transuretrale di prostata in soluzione salina (TURIS). Una reale alternativa alla TURP

Studi prospettici randomizzati hanno dimostrato che la TURIS è una concreta alternativa alla TURP [1 – 5]. A risultati funzionali a breve termine simili, aggiunge una maggiore sicurezza secondaria all’utilizzo della soluzione salina che non può determinare, almeno teoricamente, iponatriemia e quindi la sindrome post TUR. Lo studio di Michielsen dall’Università di Brussels in Belgio…

Read more

Una nuova tecnologia per la cura dei disturbi urinari nell’uomo, la vaporizzazione fotoselettiva della prostata

La resezione transuretrale di prostata è la procedura di riferimento per la correzione dei disturbi urinari nell’uomo. Nel tempo si è infatti dimostrata la tecnologia vincente data la totale riproducibilità in centri primari, secondari e terziari di consistenti risultati stabili nel tempo, in termini di miglioramento della qualità della minzione e del flusso urinario [1,2,3].…

Read more

Un nuovo farmaco promette di rivoluzionare la terapia della vescica iperattiva

La vescica iperattiva ha un prevalenza importante nella popolazione, rispettivamente il 10.8 e il 12.8% negli uomini e nelle donne [1]. Il fenomeno aumenta con l’età, specialmente nelle donne [1]. Gli agenti antimuscarinici sono lo standard della terapia medica della vescica iperattiva [2]. Una nuova molecola, non anticolinergica, promette risultati interessanti. Si tratta della cizolirtina…

Read more

La biopsia prostatica a “saturazione”… probabilmente troppo per la prima volta

La biopsia prostatica a “saturazione”, che consta di almeno 20 prelievi, aumenta la detection rate di cancro alla prostata dopo una prima biopsia negativa [1] anche quando eseguita in anestesia locale e in ambulatorio [2]. Il gruppo di Cleveland ha tuttavia dimostrato che se è utilizzata come primo approccio diagnostico non aumenta significativamente, rispetto ai…

Read more

Un nuovo rimedio per l’incontinenza dopo prostatectomia radicale?

All’Università di Innsbruck hanno messo a punto una nuova tecnica per risolvere il problema dell’incontinenza urinaria dopo prostatectomia radicale. Con uno studio preliminare su cadavere sono stati individuati i tempi chirurgici per posizionare in sicurezza uno sling suburetrale in polipropilene per via transotturatoria. Mediante un accesso perineale in posizione litotomica si isola il uretra spongiosa…

Read more

L’esame urodinamico è uno strumento sempre utile per valutare le pazienti con incontinenza urinaria?

Per “abdominal leak point pressure”, ALPP, si intende la misurazione della pressione addominale per la quale vi è perdita involontaria di urina. L’ALPP si determina con l’esame urodinamico completo e un valore di 60 cm di H2O è considerato il limite al di sotto del quale la probabilità di cura dell’incontinenza urinaria si riduce in…

Read more

Ma com’è la sopravvivenza per carcinoma superficiale della vescica ?

La notizia che arriva dalla Columbia University di New York è sicuramente provocatoria ma deve costringere a riflettere. Hanno retrospettivamente selezionato 104 pazienti con neoplasia vescicale T1/G3, come documentato dall’ultima biopsia endoscopica, e sottoposti a cistectomia radicale dal 1990 al 2005. 85 (82%) avevano un dataset completo nel database istituzionale delle cistectomie radicali. I pazienti…

Read more

Mai scheletrizzare l’uretere !!!

Il senso estetico del chirurgo urologo può essere nocivo….Una mobilizzazione eccessiva dell’uretere, unitamente alla sezione dello stesso a livello della giunzione con la pelvi o con la vescica, pur risparmiando il tessuto periureterale, può realmente comprometterne la vascolarizzazione e facilitare la formazione di stenosi. Un gruppo del Texas ha effettuato uno studio su 16 maiali…

Read more